COMUNICATO STAMPA

BOLOGNA - Da giovedì 12 aprile al Parco Nord, fino alla tarda serata di  domenica 15, Bologna ospiterà l'evento cultural-gastronomico dal titolo  Porcelli d'Autore - gustosi per tradizione, primo atto ufficiale di attività per la neonata Associazione Amici dal Ninén. Una grande sagra popolare, dai sapori e dai saperi di una volta. 
Sarà una delegazione istituzionale  importante, con il vice presidente della Commissione Europea Agricoltura e Sviluppo Rurale, Paolo De Castro,  l'Assessore regionale all'Agricoltura Simona Caselli, il sindaco di Bologna Virginio Merola, il presidente regionale Slow Food Raffaela Donati, il direttore dell'Ascom Gian Carlo Tonelli, l'AD di Fico Tiziana Primori, il Presidente della Confederazione Italiana degli Agricoltori Bologna Marco Bergami e il presidente dei Salsamentari bolognesi Luciano Sita a ricevere dalle mani del presidente dell'Associazione Amici dal Ninén Luigi Vannini le forbici per tagliare il fatidico nastro, alle 17,30 di giovedì. 
Dopo di che, il Parco Nord darà vita a  una vera e propria fiera, dedicata al nobile suino "di cui non si butta via niente", una festa che sposa pienamente gli intenti dell'Associazione: rilanciare l'immagine di una eccellenza della tradizione gastronomica regionale e bolognese per valorizzare e  salvaguardare tradizioni, culture, usi e costumi che sono segni fortemente distintivi del nostro territorio. Sono previsti "laboratori" per mostrare la lavorazione di una mezzena, come si prepara la coppa di testa, come si fanno i ciccioli, il cui culmine è previsto sabato alle 18,30 allorché verrà  realizzata (e poi gustata!) una salsiccia lunga oltre 200 metri.  
Nell'area saranno disposti ristoranti, le cucine dello Street Food, aree per  i giochi di una volta, pedane per intrattenimento musicale e ballo, palco e arene per spettacoli teatrali e letture a tema. 
Nel ricco programma presentato questa mattina a Fico Eataly dall'Associazione Amici dal Ninén, trovano posto anche convegni sugli scenari economico politici, ma anche un incontro sul tema "il maiale e la medicina", argomento ancora oggi colmo di dicerie e notevole confusione. 
Diversi artisti  hanno il compito di fare intrattenimento,  citiamo fra gli altri Franz Campi e Giorgio Comaschi che venerdì alle 21, porteranno in scena il loro fortunato "Canzoni da mangiare".  Sabato sera toccherà a Vito e alle sue Storie della Bassa.
Previste inoltre lezioni gratuite di ballo-swing, feste irlandesi e di musica country.  
Eraldo Turra e Gabriele Marchesini porteranno in scena "Il lamento del maiale" spettacolo con testo di Maurizio Garuti, mentre il professor Finzi disquisirà con Ugo Caffaz e Massimo Montanari sul tema "Il maiale proibito e diffamato", prendendo spunto dal libro dello stesso Finzi "L'onesto porco, storia di una diffamazione".  

L'ingresso agli spettacoli è gratuito, fino ad esaurimento posti.

Funzioneranno quattro ristoranti, una pizzaria e un'ampia area riservata allo Street Food.

Infine una chicca per i più piccoli: alle 16,30 di sabato, spettacolo della compagnia di burattini di Riccardo Pazzaglia. Quest'ultimo nell'occasione rivelerà la riscoperta di un'antica maschera bolognese del '500 che fu creata proprio in onore dei Salsamentari.     
Ma gli Amici del Ninén tengono a sottolineare come la loro Associazione che non ha fini di lucro, intende dare una forte impronta all'aspetto della solidarietà. E così sabato 14 aprile verrà servito un pranzo di solidarietà per gli amici della Caritas e delle Cucine Popolari. 
Porcelli d'autore 2018 si chiuderà la sera di domenica con il concerto "vintage" anni '70 a cura della band di Joe Di Brutto.

La manifestazione è organizzata dall’associazione Amici dal Ninen e si svolgerà anche in caso di maltempo

Sul sito www.porcellidautore.com trovate tutte le informazioni sull'evento.


carlino media partner piccolo

10 aprile 2018



COMUNICATO STAMPA

Siamo sempre pronti ad aggiungere un posto a tavola, devi solo dire dove vuoi sedere!
Scopri tutti i punti ristoro della festa
L'offerta gastronomica è ampia, varia, di grande qualità e a prezzi contenuti. Sono a disposizione dei visitatori quattro ristoranti e una pizzeria. Il ristorante Amici del Porcello propone piatti legati al territorio mentre la Braceria Toscana offre un menù tipico con pici e cinghiale. Da non perdere le strette al ragù della Jencky proposte dal ristorante VSB Bologna, mentre Casa Slow Food confezionerà i propri piatti con prodotti tutti provenienti da Presidi Slow Food.
Da non perdere venerdì sera la Maialata proposta dagli Amici del Porcello: zampetti, coda, ossa. Un vero trionfo del quinto quarto!

Tutti i giorni funzionerà la Pizzeria
Oltre alla scelta tra i diversi ristoranti, gli ospiti avranno a disposizione una importante area dedicata allo Street Food.
Le migliori cucine itineranti arriveranno al Parco Nord con tutte le loro delizie e la proposta di piatti regionali.

Largo spazio anche a Working e Cooking Show.
I cuochi bolognesi, nello spazio Ascom, faranno dimostrazioni quotidiane di alta cucina.
Si potrà anche vedere (e poi gustare) in diretta la realizzazione di ciccioli e coppa di testa e la lavorazione di una mezzena.
Sabato - ore 18, spazio Salsamentari - verrà realizzata (e poi consumata!) una salsiccia di oltre 200 metri: spettacolo nello spettacolo!

[ Sono state tenute presenti le problematiche dei celiaci e di chi vuol venire accompagnato da parenti e/o amici che non mangiano carne ]
Ampio parcheggio interno   Gli spettacoli sono tutti gratuiti fino ad esaurimento posti
La manifestazione si svolgerà anche in caso di maltempo
carlino media partner.jpg

COMUNICATO STAMPA

Porcelli d'Autore vuole essere a fianco degli ultimi, dei più colpiti dalla crisi, di chi fatica o non riesce proprio a mettere insieme pranzo e cena. Nasce così l'idea, in collaborazione con la Caritas diocesana e Cucine Popolari - Bologna Social Food, di organizzare sabato 14 aprile un pranzo di solidarietà. Il maiale è gioia, è festa, è comunità ed è giusto condividere queste sensazioni, questi sentimenti con chi è rimasto indietro, colpito dalla povertà. La nostra vuole essere una piccola e concreta risposta alla crisi economica che ha coinvolto il tessuto sociale e produttivo bolognese provocando un indebolimento delle fasce più fragili della popolazione, ponendo in condizione di vulnerabilità un numero sempre crescente di cittadini. E lo facciamo mettendo a disposizione della Caritas e di Cucine Popolari, che questo impegno lo esercitano tutti i giorni, un centinaio di pasti da distribuire a queste persone vittime del disagio sociale e della povertà. Seduti a tavola per il piacere di conoscersi, stare insieme e e vivere qualche ora piacevole e in allegria. Il pranzo si terrà presso il ristorante Amici del Porcello, sabato 14 aprile alle ore 12.00. Gli inviti saranno a cura di Caritas e Cucine Popolari.
Segnaliamo anche che le eccedenze alimentari dei quattro giorni di festa saranno messe a disposizione della Caritas e di Cucine Popolari per essere usate nelle loro mense.

Un modo concreto per lottare contro lo spreco alimentare.
Cover Cucine Popolari            cover caritas logo
8 aprile 2018
COMUNICATO STAMPA

Dal 12 al 15 aprile al parco Nord di Bologna
 la prima edizione di Porcelli d'Autore.
UISP partecipa con uno stand dedicato ai giochi tradizionali, ci trovate giovedì e venerdì dalle 19.00 e sabato e domenica dalle 16.00  
I giochi di una volta
Al parco Nord di Bologna, dal 12 al 15 aprile, la prima edizione di "Porcelli d’autore". Uisp partecipa con uno stand dedicato ai giochi tradizionali come il tiro alla fune, la corsa con i sacchi e il tiro ai ferri di cavallo
della redazione Uisp Emilia-Romagna

BOLOGNA – L'Emilia-Romagna, si sa, deve molto al maiale e al modo di lavorare la sua carne. Per la prima edizione di "Porcelli d'autore" è stata scelta proprio Bologna, città dove venne inventata la famosa mortadella, già presente con "una voce a sé" nell'Enciclopedia di Diderot e d'Alembert. La manifestazione, che si terrà da giovedì 12 a domenica 15 aprile al parco Nord, è promossa dall'associazione Amici dal Ninen con la collaborazione della Mutua Salsamentari e con il patrocinio dell'Università di Bologna. Anche la Uisp parteciperà con uno spazio dedicato ai giochi tradizionali in cui grandi e piccoli potranno sfidarsi a giochi popolari come il tiro alla fune, la corsa coi sacchi e il tiro ai ferri di cavallo.

"Come associazione – ha affermato Massimiliano Disteso, responsabile Uisp Bologna dei giochi tradizionali –  vogliamo portare nelle manifestazioni e nelle iniziative i giochi popolari così da poterne diffondere la pratica". Lo spazio dedicato alla Uisp sarà all'interno dell'evento così che ogni giorno sarà possibile cimentarsi nei "giochi di una volta". L'obiettivo? Far sfidare papà e figli ma anche nonni e nipoti. "È proprio questo quello su cui puntiamo, – ha concluso Disteso – fare in modo che i giochi circolino e si tramandino di generazione in generazione. Inoltre i giochi tradizionali sono propedeutici per qualsiasi attività sportiva".

Il programma di "Porcelli d'autore" è denso di attività durante tutte le giornate. Ci saranno incontri con le scuole, spazi di discussione sulla qualità della produzione e del consumo di carne di maiale, spettacoli teatrali e concerti di gruppi folk italiani e stranieri. Un evento che vuole riscoprire la cultura che ha prodotto le molteplicità di insaccati prodotti in Emilia-Romagna cercando di riflettere sul fatto che le "tipicità hanno risvolti non solo economici ma di difesa dell'ambiente, recupero della biodiversità, ripensamento dei rapporti uomo-animale".


Comunicato Stampa
È stato il preparatore per antonomasia. Nelle sue mani una semplice vettura da strada diventava una formidabile macchina da competizione. Abarth nasce dalla fantasia e dal coraggio di Karl Abarth.
È una storia densa di record e grandi innovazioni, è la storia di un uomo e delle sue auto speciali, le stesse che hanno segnato in maniera indelebile l'automobilismo italiano e internazionale.
Sabato 14 e domenica 15 le potrete ammirare al Parco Nord nell'Area STREET FOOD.
abarth
Porcelli d'Autore è cultura, è gastronomia, è divertimento a tutto tondo

  • “Mi piacciono i maiali. I cani ci guardano dal basso. I gatti ci guardano dall'alto. I maiali ci trattano da loro pari.” 
    Winston Churchill
  • “Il maiale è diventato sporco solo in seguito alle sue frequentazioni con l'uomo. Allo stato selvatico è un animale molto pulito.” 
    Pierre Loti
  • "Chi vive con i maiali spesso li descrive come fossero cani: sono intelligenti, leali e, soprattutto, affettuosi. Chi li conosce sottolinea sempre che ognuno di loro è un individuo unico e particolare."  
    Jeffrey Moussaieff Masson
  • "Pensare che non si sa il nome del primo maiale che scoprì un tartufo." 
    Edmond e Jules de Goncourt
  • "Tanto io che il povero maiale non saremo apprezzati che dopo la nostra morte."  
    Jules Renard

© 2017-2018 Associazione Amici dal Ninen - CF 91400690375

Questo sito contiene cookies tecnici utili alla corretta visualizzazione e navigazione.